In questa guida scoprirai qual’è la differenza tra infissi in PVC e alluminio. Vedremo assieme i pro e contro di ciascun materiale rispetto all’altro. Parleremo di Isolamento termico, acustico, di muffa e condensa. Leggilo fino in fondo, risultati assicurati!

Sei pronto? Iniziamo!

Da un po’ di tempo a questa parte, girovagando per il web, leggo centinaia di commenti per queste domande:

  • Quali serramenti sono i migliori?
  • Meglio finestre in PVC o alluminio?
  • Meglio taglio termico o PVC?

È proprio per questo che oggi, in questo articolo, voglio sfatare tutte le dicerie su questo argomento spiegandoti molto semplicemente la differenza tra PVC, Alluminio e Legno, e i relativi pro e contro.

Infissi in Alluminio

Devi sapere che esistono due tipi di infissi in alluminio: a taglio freddo e a taglio termico.

quale è la differenza?

I serramenti in alluminio a taglio freddo (ossia la maggior parte degli infissi tradizionali più vecchi) sono composti da un profilo totalmente in alluminio.

Nel caso dell’alluminio a taglio termico, invece, tra il profilo interno e il profilo esterno viene inserito un materiale isolante che ha il compito di garantire un maggiore isolamento termico e minori dispersioni.

Se non hai capito, non ti preoccupare, affronteremo meglio questo discorso nel capitolo successivo.

Ok, fatta questa premessa, possiamo iniziare.

Infissi in alluminio a taglio freddo

pvc o alluminio condensa
Escludiamo a priori l’alluminio così chiamato a taglio freddo 
che, essendo un metallo, trasmette il freddo all’interno quando fuori fa freddo e il caldo quando fuori fa caldo.

Questo significa che se fuori ci sono 0 gradi e all’interno 20°, il freddo incontrerà il caldo e nel punto di contatto (detto punto di rugiada), che in questo caso è la finestrae darà il via alla formazione di condensa e di conseguenza muffa.

CondensaSi comporta allo stesso modo di una bottiglia d’acqua fredda che, tirata fuori dal frigorifero e messa sul tavolo, si riempie di goccioline di condensa

L’alluminio a taglio freddo non è assolutamente adatto per costruire finestre!

Ne sanno qualcosa tutti coloro che ce l’hanno in casa: sensazione di freddo, poco comfort e benessere, condensa, muffa sui muri, elevato consumo di riscaldamento e raffrescamento.

Se qualcuno ti consiglia ancora questo materiale, scappa a gambe levate!

Serramenti in alluminio a taglio freddo: assolutamente NO

Infissi in alluminio a taglio termico

Per fare in modo che il serramento in alluminio non conduca, bisogna inserire tra il profilo esterno e il profilo interno un materiale isolante.

Per raggiungere valori termici paragonabili al PVC o al legno, l’isolante interno deve essere molto spesso e di conseguenza le dimensioni del serramento diventano più importanti e vanno ad incidere sui costi dei materiali e quindi sul prezzo finale.

Esistono in commercio dei serramenti in alluminio a taglio termico con un minimo isolante che come valore termico non sono affatto paragonabili al PVC e al legno.

Costano meno ma è come acquistare un elettrodomestico in classe B anziché uno in classe A++, cioè consumano molto di più.

Se pensiamo che la finestra ha una durata media di 30 anni, è conveniente pagare meno ora un qualcosa che ci farà consumare di più per i prossimi 30 anni?

Serramenti in alluminio a taglio termico: No (con profilo di spessore e isolamento minimo)

Serramenti in alluminio a taglio termico: Si (con valori termici paragonabili al PVC o al legno)

Infissi in PVC

PVC o ALluminio

Il PVC è un materiale che non conduce per natura, ottimo per costruire le finestre perché è un taglio termico naturale.

 cosa significa?

Se fuori ci sono zero gradi e dentro venti, se tocchiamo il profilo all’esterno lo sentiremo freddo ma all’interno la nostra sensazione sarà di calore.

Non c’è contatto tra caldo e freddo, perciò niente condensa.

E’ molto valido anche a livello acustico perché il telaio e l’anta sono formate da più camere d’aria che unite ad un vetro specifico impediscono al rumore di entrare dentro casa.

Non necessita di alcuna manutenzione ed è molto facile da pulire.

Ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

Gli infissi in PVC sono ottimi, a patto che siano prodotti e costruiti da aziende specializzate (NON da un semplice artigiano): aziende specializzate con all’interno un controllo qualità giornaliero e certificazioni ottenute tramite test di laboratorio.

Compreresti mai a tuo figlio un giocattolo proveniente dall’estero senza certificazioni? Che sicurezza ti può dare? Quanto può durare?

La durata dei serramenti in PVC è di decine di anni, ma attenzione! Perchè per durare nel tempo, il PVC deve essere di prima qualità, con profili e ferramenta moderni e innovativi.

I vetri devono essere anti infortunio, con canalina termica e gas.

La canalina è il profilo che separa le due lastre di vetro.

Non deve essere in alluminio, ma in materiale termico.

La canalina in alluminio NON termica può provocare la condensa superficiale, come mostrato in foto.

condensa-canalina-alluminio

Serramenti in PVC: Assolutamente si (solo se di prima qualità)

Infissi in legno

Come il PVC, il legno è un materiale isolante e tradizionalmente il più usato per costruire le finestre.

Sfatiamo il più grande falso mito che circola sul legno.

Le finestre in legno NON hanno bisogno di molta manutenzione.

La ricerca sulle vernici ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni.

Gli infissi in legno di ultima generazione trattate con vernici ecologiche ad acqua, sono garantite da 7 a 15 anni a seconda del ciclo di trattamento.

Perciò niente paura.

Quello che corrode la vernice è la polvere che, bagnata dall’acqua e seccata dal sole, crea delle particelle che hanno un effetto corrosivo.

Per far sì che ciò non accada, basta tenere pulita la finestra all’esterno e utilizzare un prodotto specifico che nutre e ravviva la vernice.

I 7 vantaggi del legno:

  1. E’ un materiale naturale
  2. E’ un materiale BIO
  3. E’ profumato e caldo al tatto
  4. E’ un materiale isolante con valori termici ottimi
  5. Massima flessibilità nelle lavorazioni e nelle colorazioni
  6. Può essere accoppiato all’alluminio per evitare la manutenzione esterna
  7. Rapporto qualità-prezzo buono

Serramenti in legno o legno-alluminio: Si

Quindi, meglio finestre in PVC, alluminio o legno?

Se hai letto l’articolo fino ad ora dovrai aver capito quali siano i materiali migliori fra PVC, legno e alluminio.

Riassumendo in breve:

  • Serramenti in alluminio a taglio freddo: Assolutamente NO
  • Infissi in alluminio a taglio termico con isolante minimo: NO
  • Finestre in alluminio a taglio termico con ottimo isolamento: SI
  • Finestre in PVC di alta qualità: Assolutamente SI
  • Infissi in legno o legno/alluminio: Assolutamente SI

Posa in opera

Tutto quello di cui ti ho parlato fino ad ora (isolamento termico, acustico ecc), non ha alcun valore e non serve a nulla se di base non esiste un progetto di posa in opera qualificato.

La finestra senza posa è una mezza cosa

La posa in opera incide al 70% sulle prestazioni reali di una finestra.

Un serramento molto performante e costoso se posato male non vale veramente nulla perché l’installazione scorretta va a vanificare tutte le certificazioni ottenute dai test di laboratorio.

E’ come acquistare una vasca idromassaggio di ultima generazione costosissima con caratteristiche e funzioni straordinarie e farla posare da un idraulico che attacca male i tubi.

Prodotto ottimo + posa in opera pessima = nessuna funzionalità

Le aspettative che avevamo dal prodotto sono state vanificate da una pessima posa in opera.

Invece che confrontare i preventivi, dovresti confrontare i progetti di posa in opera

Mi puoi fare un esempio concreto?

Certo!

Se vuoi sapere che cosa ho in casa mia ti posso dire che, oltre alla porta blindata, ho fatto montare delle finestre in legno con il guscio in alluminio esterno.

Esteticamente sono tutte uguali ma tecnicamente no.

  •  Sala da Pranzo (che è esposta a sud): ho scelto finestre con vetri doppi selettivi a controllo solare per mantenere la stanza più confortevole durante l’estate evitando l’eccessivo accumulo di calore solare.
  • Camere da letto: ho investito qualche soldino in più su finestre antirumore con un vetro doppio acustico per riuscire a dormire bene la notte
  • Cucina: per quanto riguarda la portafinestra della cucina che dà sul terrazzo, mi sono concentrato sulla sicurezza: vetri anti sfondamento, maniglia con il pulsante, chiusure raddoppiate.

Facendo così ho risolto finestra per finestra tutte le problematiche: ho ridotto del 25% le spese di riscaldamento, ho eliminato l’80% del rumore e ho reso la mia casa più sicura del 70%

In questo modo ho speso veramente bene i miei soldi.

Tutti questi risultati sono stati possibili perchè ho progettato personalmente la posa in opera di ogni singola finestra.

Conclusioni

Spero con questo articolo di aver chiarito tutti i tuoi dubbi sulle differenze tra alluminio e PVC.

Se ti serve un progetto di posa in opera qualificata per problemi termici acustici o di sicurezza chiedi la mia consulenza.

Se invece hai bisogno di infissi in PVC a Lecce, Brindisi, Bari, Taranto, o vuoi sapere quanto costano,  richiedi un preventivo gratis.